Viaggio alla scoperta degli Shaper Italiani – Parte 2


Riparte il viaggio di Blide che ti porterà a conoscere le migliori realtà locali di surf e skateboard del Bel Paese. Perle nascoste alla massa che splendono di passione e arte e ci illuminano, ricordandoci ancora una volta, l’unicità di maestranze ed esperienze in via d’estinzione….Buon viaggio!


Tornando a Roma incontriamo Fomento di Alessandro Borghese, laboratorio e showroom che produce tavole da skate, specializzato in design e grafica: qui ogni giorno prendono vita creazioni uniche, realizzate con legni nobili (come acero, betulla, mogano ebano) ed unite ad un’ innovazione continua nei materiali e ad un gusto ricercato per le grafiche classiche.

 

Rimanendo nella città eterna non possiamo non incontrare Alessandro Bertaccini, con il suo progetto Surf 4 Home, una bottega che produce surfboard racks e complementi d’arredo utilizzando legno massello western pitch pine: una piccola rivoluzione artigiana tra le strade della capitale che unisce il surf al mondo dell’ Interior

Risalendo l’Italia Nord-Occidentale giungiamo a far visita a Massimiliano D’Agostino di Project 9 ed ai suoi magnifici surf da strada e carving. Massimiliano lavora in un vecchio laboratorio di famiglia a Caselle Torinese, luogo una volta dedicato a pasticceria e panetteria ed ora…fucina di tavole fantastiche! Ogni tavola, per lui è davvero un pezzo unico, perché – come spiega – “il miglior traguardo è costruire una tavola fuori misura in modo complesso”.

Risbucati in Pianura Padana, a Monza incontriamo Nicolò Formenti, specializzato in tavole cruiser in legno massello di frassino totalmente handmade. Anni fa decide di fondare Atypical, una realtà artigianale la cui filosofia è “surf the city”: il core della sua proposta è un prodotto artigianale in legno, perfetto per chi abita in una città trafficata ma vuole sentirsi libero di muoversi proprio come se stesse “surfando” sulle strade delle città.

Catapultiamoci poi in Abruzzo, a Basciano, per incontrare No-Made Boards, un laboratorio in provincia di Teramo specializzato in tavole in legno di Paulownia realizzate con metodo Hollow. Anni fa Eugenio Celli, Federico Celli e Federica Ciarrocchi spinti dalla curiosità e dalla passione hanno fatto una scelta davvero coraggiosa: fondere il surf e lo shaping alla passione per la falegnameria, abbandonando il classico foam per tornare alle origini strutturali della tavola.

Spostandoci nuovamente verso la Puglia, a Marina di Ostuni, arriviamo nella bottega di Brention Board dove Francesco Livrano disegna e da vita ai suoi oggetti: complementi d’arredo ed accessori in pieno surf style utilizzando come materia prima il legno di ulivo o ciliegio. La sua sperimentazione non si ferma qui:  il riciclo dei bancali scartati dalle aziende locali rappresenta un altro punto di partenza per sue idee ed i suoi progetti!

RICHIEDI QUI IL PREVENTIVO PER LA TUA TAVOLA CUSTOM!

 


LE TAVOLE CONSIGLIATE:

 

 

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ISCIRVITI ORA

PER TE

SCONTI E PROMOZIONI!

SCIMMIA DEL SURF?

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa per la tutela della privacy