VIAGGIO ALLA SCOPERTA DEI MIGLIORI SURFER-SHAPER: GERRY LOPEZ

Al mondo esistono decine, centinaia di migliaia di surfisti. Sicuramente sono molti anche coloro che si cimentano nella costruzione di tavole da surf artigianali, gli shaper.

Ma quanti sono i surfer-shaper e quali sono i migliori?

A partire da oggi noi del blog di Blide.zone vogliamo condurvi in un piccolo viaggio alla scoperta di quei surfisti che sono in grado di realizzare da soli le loro tavole.

Gerry Lopez sulla Big Pipeline | p. Steve Wilkings | 1972

Gerry Lopez surfer

Conosciuto con il nome d’arte di Mr Pipeline, Gerry Lopez è un pioniere di entrambe le discipline, shaping e riding.

Nato a Honolulu nel 1948, Gerry è divenuto campione nella categoria juniores alle Hawaii prima ancora di aver compiuto quindici anni. Negli anni ’50 e ’60, cavalcando le onde dello spot della Pipeline, ad Oahu, è stato tra i primi a conoscere la meraviglia e lo stupore di surfare dentro a un tubo. Qualche tempo dopo era in Indonesia, a surfare Garajagan, G-Land, quella che per lungo tempo è stata considerata una delle migliori sinistre al mondo.

gerry lopez

Gerry Lopez I The Hang Ten Surf Contest, Sunset Beach | p. Jeff Divine | 1972

Alla fine degli anni sessanta è stato protagonista della prima stagione delle short, arrivando a vincere i Billabong Pipeline Masters per due anni consecutivi, nel 1972 e nel 1973.

Dopo la partecipazione al film Un mercoledì da leoni, nel 1978, ha recitato anche in Conan il barbaro e Addio al re. Nel frattempo Gerry si è dedicato anche a windsurf, stand-up paddle, mountain-bike e snowboarding, ma rimarrà per sempre impresso nella memoria il suo stile morbido ed elegante, sfoggiato mentre affronta muri d’acqua dalle dimensioni maestose.

 

Gerry Lopez shaper

Oggi, a Bend, in Oregon, Gerry dirige la Gerry Lopez Surfboards, che conta quattro collaboratori. Nel laboratorio si producono anche tavole da snowboard, cappellini, magliette e abbigliamento tecnico.

Gerry si occupa personalmente della realizzazione di tutti gli shape, modellando manualmente le tavole da zero, senza l’uso di macchinari per la sagomatura. Poi intervengono Roger e Aaron, che hanno in carico le fasi di pittura, glassatura, levigatura e finitura. Infine c’è Toni Marie Lopez, moglie di Gerry, che sta dietro a tutte le pratiche burocratiche.

“Non siamo una grande fabbrica che ha sempre pile di tavole in produzione, siamo molto felici di ogni commissione e ci impegniamo affinché ogni prodotto risulti perfetto.

Alcuni rider tengono in grande considerazione la loro attrezzatura, pensando a come la loro tavola da surf possa migliorare la loro surfata, lavorando a fianco degli shaper affinché ciò avvenga. Tutti i surfisti lo fanno in una certa misura, ma molti semplicemente ripongono affidamento sul costruttore delle tavole, senza approfondire”

Per chi volesse approfondire la vita di Gerry Lopez ed il suo modo di intendere l’arte dello shaping, vi rimandiamo al volume Surf Is Where You Find It, una raccolta di suoi saggi pubblicata nel 2008.


Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.