Surf a Buggerru: astenersi perditempo!

– di Alberto Di Savino –

surf spot buggerru

La sardegna accoglie da sempre tutte le perturbazioni atlantiche e le correnti fredde continentali: situazioni uniche che producono onde surfabili per più di duecento giorni all’anno. Ma l’isola è anche sinonimo di imbarazzo della scelta, per numero di spot e qualità di scenari. Questa volta Blide.zone analizza lo splendido spot di Buggerru, perla dell’Iglesiente.

 


– LA “PETITE PARIS” –

Così era chiamata nell’800’ ed agli inizi del 900’ la piccola Buggerru, per via di uno sfruttamento massiccio e controllato dellle risorse minerarie locali da parte di imprenditori francesi.Per i surfer, è molto di più. Uno scenario unico, con il suo centro nevralgico nello scenografico sbocco a mare di un’impervia valle (il canale Malfidano), che ha dato il nome alla più importante miniera della zona. Una serie di spot apprezzabili per chi sa comprendere l’unicità di queste zone e conosce perfettamente i momenti in cui il mare si lascia surfare.

– GLI SPOT –

Partendo da nord verso sud e scopriamo insieme gli spot più interessanti del Comune di Buggerru. La prima situazione di surf interessante è la spiaggia di Portixeddu, situata in un piccolo paese a nord di Iglesias. Presenta fondali sabbiosi e lavora con scadute di Libeccio e Ponente ma è surfabile anche con mareggiate da Nord Ovest che,però,rendono molto tecnica la parte sud della spiaggia. A livello di onde presenta un’onda destra ripida e veloce con sezioni spesso tubanti.Uno spot poco frequentato e con qualità d’acqua estremamente alta, in generale adatto a surfer esperti nella prima parte e per surfers di ogni livello nella sezione più vicina a riva.
Proseguendo sul litorale arriviamo alla parte centro meridionale della spiaggia. Lo spot di San Nicolao ci rivela diversi picchi a seconda delle secche del fondale: lavora con ogni mareggiata proveniente da quadranti occidentali. Non regge vento attivo ma risultano apprezzabili le sinistre in situazione di scaduta di libeccio, anche se in generale (ed in dipendenza dalla direzione della swell ) offre anche discreti picchi destri. Uno spot surfabile tranquillamente anche da beginners, vista la sua predisposizione per le scadute. Se invece vogliamo alzare l’asticella e confrontarci con qualcosa di maggiormente intrigante, dobbiamo solo proseguire la nostra ricerca verso sud.
Il Molo è lo spot perfetto per il surfista avanzato o middle-level. Presenta fondali sabbiosi e possibili correnti laterali. Il fiore all’occhiello è la lunga e potente sinistra che frange di fianco al lungo molo.Le migliori condizioni di questo pier si godono con mareggiate da maestrale,surfabili anche con scarso o moderato vento da Nord Ovest. In queste condizioni di mareggiata diventa uno spot davvero di qualità e sostanza.

– CERTEZZE –

Bugerru è una parte di litorale particolare e per intenditori poichè puo’ essere vissuta al meglio solo conoscendone le caratteristiche. Come accennato, la fortuna è incontrare e sfruttare in tempo scadute e vento attivo da Sud-Est, Sud e Sud-Ovest ma soprattutto mareggiate (al top nello spot del Molo).Ricordiamo inoltre che, con mareggiate attive, i rips di Buggerru sono davvero insidiosi. Per questi motivi è una spiaggia per surfisti rodati, che sanno quando farsi trovare pronti a sfruttare i momenti propizi. Per avere una situazione più potente e costante di Maestrale attivo bisogna invece spostarsi in altre zone della costa.

IL CONSIGLIO

Per il surf a Buggerru Blide.zone consiglia Minnow Plane, la Fish di Ska Surfboards.Perfetta per le scadute della zona e ottima anche per un surfer avanzato che vuole una tavola agile e manovrabilità ottimale in situazioni di mareggiata attiva.
fish buggerru

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ISCIRVITI ORA

PER TE

SCONTI E PROMOZIONI!

SCIMMIA DEL SURF?

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa per la tutela della privacy