Storie di onde: Cefalù


Cefalù surf Sicilia

La Sicilia accoglie ogni anno surfisti da tutta Italia e non solo: le coste dell’isola sono apprezzate anche e sempre più da surfers stranieri. Questa volta Blide punta la lente d’ingrandimento su una perla della costa siciliana settentrionale: Cefalù. Situata a circa 70 km da Palermo ai piedi di un promontorio, la cittadina siciliana rivela interessanti spot: dai più conosciuti Big e Kamikaze ad altri meno famosi. I venti favorevoli spingono da sud, creando buone situazioni di surf  soprattutto con onde da nord ovest. I fondali, spesso rocciosi, rappresentano, per molti surfisti (anche middle-level), un limite da non sfidare.


– LA PICCOLA GRANDE CEFALÙ –

La costa di Cefalù si stende per circa 30 km fra i comuni di Lascari e Pollina ed alterna scenari variabili: da lunghi tratti di spiaggia rettilinea si passa a piccole insenature e baie di natura sia sabbiosa che rocciosa. Il litorale è davvero unico in quanto subisce un’erosione da moto ondoso costante che crea, soprattutto nelle sezioni con costoni rocciosi, delle location bellissime.

surf palermoFoto di Myrhiam Santacolomba

– LUNGOMARE E SANTA LUCIA: UN APPROCCIO GRADUALE AI REEF ROCCIOSI –

L’approccio ideale alla zona non può che partire dal lungomare di Cefalù: un litorale di circa 2 km con spot abbordabili a livello tecnico dato il fondale sabbioso e l’ampiezza della superficie di mare surfabile. Proprio il fondale, a seconda delle secche genera picchi diversi di onda (dal metro al metro e mezzo). Questa parte di litorale lavora soprattutto con piccole mareggiate non sostenute da vento, provenienti da Nord, Nord-Ovest e Nord-Est ma bisogna sempre e comunque ricordare che le condizioni del mare locale sono variate molto, le mareggiate ed i venti lavorano in modo diverso e rendono parti di litorale più godibili di altre: vanno quindi sempre ricercati i tratti migliori. Troveremo onde più morbide e semplici oppure onde maggiormente incavate: in ogni caso l’acqua è davvero pulita e l’onda godibilissima!

Lungomare cefalù

Proseguendo fino alla fine del lungomare e sotto il promontorio che chiude il golfo ad est troviamo poi lo spot di Santa Lucia: davvero un perfetto banco di prova per alzare il livello di surf e prendere confidenza con il fondale misto. Questo reef presenta onde destre da 1 a 2 m e sinistra di uguale picco massimo ma su acqua più bassa e che arriva sul finale a scogli affioranti. L’uscita è altrettanto insidiosa e può essere agevolata conoscendo un piccolo corridoio di sabbia che ci guida a terra.

– KAMIKAZE: VECCHIA GLORIA? –

A circa cinque km ad ovest di Cefalù troviamo nomi più ingombranti, sulla bocca di tutti i surfers italiani. Il kamikaze è un’ autorità in fatto di spot e come tale ha sempre richiesto un livello pro per approcciare in sicurezza e per vivere bellissimi momenti di surf. Questo spot (dal fondale prepotentemente roccioso) lavorava bene con maestrale anche attivo formando delle bellissime sinistre con onde potenti e tubanti.

Usiamo il tempo al passato perché negli ultimi due anni questo spot appare sempre meno battuto anche dagli stessi locali in virtù di diverse condizioni di vento e mare che lo hanno mortificato in termini di surfabilità. Voleste in ogni caso tentare la sorte munitevi di calzari: bisogna infatti abbandonare l’onda prima che si concluda a causa delle rocce affioranti. Il rientro alla line up è quindi davvero difficoltoso.

– BIG –

Condizioni di surf variate negli ultimi due anni anche nello spot del Big a circa 300 metri dal kamikaze. Situato in un golfetto artificiale e raggiungibile a nuoto, lavorava bene con grosse mareggiate da Nord-Ovest ed anche con vento attivo, generando destre ma soprattutto lunghe sinistre con sezioni piuttosto ripide ed impegnative. Il discorso da fare è lo stesso del kamikaze: date un’ occhiata alla situazione attuale per valutare le condizioni del mare. Il fondale, anche in questo caso, è roccioso ma maggiormente profondo rispetto al Kamikaze. Inoltre non risulta uno spot particolarmente affollato e presenta una migliore qualità dell’acqua.


IL CONSIGLIO

Giuseppe Di Paola di Ska Surfboards vive a Cefalù e consiglia una delle sue shortboard o una delle sue fantastiche egg per surfare in questo litorale. Con un occhio attento ai cambiamenti del mare… ci si può davvero divertire!


– di Alberto Di Savino –

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ogni mese riceverai

SCONTI E PROMOZIONI!

SCIMMIA DEL SURF?

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa per la tutela della privacy