SCEGLIERE LE PINNE DA SURF

LE PINNE DA SURF INFLUENZANO IL FEELING DELLA TAVOLA, SCOPRI COME!


Le pinne hanno un’enorme importanza su:

  • stabilità
  • velocità
  • manovrabilità

Si tratta nel complesso di fattori che possono alterare completamente il nostro “feeling” con la tavola da surf.

Di seguito andiamo a illustrare le caratteristiche delle pinne e i tipi di settaggio più comuni, così da aiutarti a scegliere quale tipologia si adatta meglio al tuo stile, alla tua tavola e alle condizioni del mare.

CARATTERISTICHE DELLE PINNE

TOE:

l’angolo che si viene a formare quando si incontra l’asse longitudinale della pinnetta con lo stringer della tavola prende il nome di toe. Molto spesso, nel caso delle pinne laterali si hanno design di tipo toe-in, con la pinna che è messa in direzione dello stringer. La tipologia dell’angolo che si viene a formare è importante per il rider: un angolo maggiormente pronunciato fa in modo che, durante la surfata, la pressione dell’onda spinga l’acqua fuori, verso l’esterno delle pinnette, donando maggiore reattività alla tavola in fase di controllo.

CANT:

con il termine cant facciamo riferimento all’angolo che formano le pinne verso l’esterno, in altre parole alla loro inclinazione. Una pinnetta perpendicolare rispetto alla tavola possiede un angolo di cant nullo, viceversa, più si aumenta l’inclinazione verso l’esterno, maggiore è il valore dell’angolo di cant. Questo parametro influenza principalmente due fattori: la velocità della tavola e la reattività in curva. Maggiore è il valore dell’angolo di cant, più facile sarà manovrare la tavola. Invece, con un angolo di cant nullo, si potrà sfruttare meglio la velocità quando si viaggia in linea retta.

FOIL:

per capire cosa è il foil dobbiamo pensare al punto in cui la pinnetta si fa più spessa – in mezzo, e a quello invece in cui la pinna è più sottile – andando verso l’esterno, ai bordi. In termini generali è dunque questo il foil, il profilo della pinna. Pur trattandosi di un dettaglio, il foil influenza in larga misura la fluidodinamica della tavola, cioè il modo in cui l’acqua scorre al di sotto di essa.

Il foil può essere di varia natura, ci sono pinne flat, schiacciate sul lato interno e convesse, gonfiate su quello esterno. Ci sono pinne convesse al 50/50, cioè su entrambi i lati (si vedano le pinnette centrali nelle configurazioni thruster). Quando la dinamica del foil è maggiormente accentuata, la tavola tende ad avere una maggiore spinta. All’aumento della spinta aumenta anche la resistenza, dovuta al pescaggio della pinna in acqua.

FLEX:

con questo termine si intende la durezza della pinna, cioè quanto è flessibile o rigida. Rider che cercano una surfata più stabile e veloce punteranno su pinne rigide, perdendo qualcosa a livello di manovra. Rider alla ricerca di trick e manovre acrobatiche avranno invece esigenza di pinne più flessibili, per eseguire curve strette. In altre parole una maggiore flessibilità delle pinnette favorisce un feeling di carvata più armonioso, che accompagna la curva, rendendo possibili stili di surfata più radicale. Questo è fondamentale per scegliere le pinne da surf più adatte a te!

RAKE:

L’angolo di rake si viene a definire in base alla differenza tra la posizione della base e quella della punta della pinnetta. L’angolo di rake è infatti il valore della curvatura della pinna, partendo dalla base e arrivando alla punta. All’aumento del rake aumenta la velocità e la stabilità della tavola, ma si perde in fase di manovra. Quando invece il valore del rake è limitato, avremo maggiore spazio di manovra.

RAKE

LUNGHEZZA DI BASE:

La lunghezza della base della pinnetta è un valore direttamente collegato alla velocità e alla capacità di curvare della tavola. Quando la base è allungata la pressione dell’acqua che scivola contribuisce a fornire maggiore spinta alla tavola da surf. Allo stesso tempo però una maggiore lunghezza della base diminuisce la reattività in manovra e rende più difficile effettuare manovre radicali.

LUNGHEZZA

ALTEZZA/PROFONDITÀ:

Al di sotto della linea di galleggiamento della tavola si misura il valore dell’altezza. Si parte dal bottom, la parte più alta della pinnetta e si arriva alla base. Tanto più aumenta questo valore, definito anche profondità, tanto più aumenta la possibilità di controllare facilmente la tavola. Man mano che l’altezza si riduce la tavola da surf si avvicina per alcuni aspetti allo skateboard, permettendo di effettuare manovre in tail slide.

ALTEZZA

TABELLA MISURE PINNE SURF

Scegliere le pinne da surf non è sempre facile, una volta identificato la pinna con le caratteristiche che fanno per te, è bene scegliere la pinna della misura giusta. Le pinne cambiano in base al peso del surfista, la prossima volta che sceglierai le pinne da surf, saprai la scelta giusta per te!


TAGLIA PINNE DA SURF PER PESO E ALTEZZA

LE BASI DELLE TAVOLE SURF:

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ISCIRVITI ORA

PER TE

SCONTI E PROMOZIONI!

SCIMMIA DEL SURF?

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa per la tutela della privacy