la nuova energia rinnovabile che viene dal mare

Grazie alla cooperazione fra Eni e il Politecnico di Torino è nato un nuovo progetto sostenibile per sfruttare la forza delle onde come fonte rinnovabile di energia. Il progetto ha portato all’inaugurazione del “Marine offshore renewable energy“, un centro di eccellenza che accoglie oltre 50 ricercatori che stanno studiando la forza delle onde marine per creare un’ energia pulita e rinnovabile. Secondo gli studi, questo ambizioso progetto potrebbe riuscire a risolvere il fabbisogno energetico dell’intero pianeta. Sfruttando la potenza delle onde marine, incanalando la loro forza, si può generare energia pulita in quantità tale da rendere le altre fonti di energia inutili e superflue.

Lo scopo dello studio

Lo scopo dello studio è quello di valorizzare le potenzialità di questa fonte di energia e riuscire a sfruttarla. Il convertitore di moto ondoso, in grado di generare energia dal mare, è in funzione a largo di Ravenna e Pantelleria e viene monitorato per raccogliere dati e valutare le potenzialità di questo progetto. La forza e la potenza delle onde, da sempre ritenuta indomabile, ora viene monitorata e studiata per cercare di sfruttarne le potenzialità per creare energia. Il moto ondoso può diventare una fonte di energia inesauribile, sostenibile e rinnovabile. Questo studio può costituire una svolta ambientale unica al mondo, un’opportunità per dire addio all’uso di idrocarburi inquinanti e abbattere totalmente i costi dell’approvvigionamento energetico. Dalla forza delle onde può nascere la speranza per il futuro del pianeta.

Autrice: Giovanna Marcialis (FATU HIVA SURFBOARDS)