TAVOLA DA SURF SHORT, È UNA BUONA IDEA?

La shortboard negli ultimi 10/15 anni è diventato lo shape più surfato al mondo. In Italia è stata ribattezzata “tavoletta”. Non perderti l’analisi dei pro e i contro delle shortboard.


Continua il focus di Bldie sui diversi shape, oggi è il turno della Shortboard! Uno shape estremamente radicale e tecnico nata durante gli anni ‘70 si è evoluto diventando versatile ed adattandosi anche a surfisti meno esperti.

Le caratteristiche vincenti delle short, sono sicuramente le dimensioni contenute abbinate al roker. Questo set up offre un’incredibile manovrabilità. Non solo, l’inconfondibile nose a punta e i rail sottili oltre a renderla più accattivante, garantiscono controllo, a discapito della velocità. Paradossalmente è una delle tavole più lente, vista la  minore superficie di scivolamento.

Solitamente sono le tavole scelte da surfisti esperti che amano surfate radicali e manovre aeree. Ma come ogni tavola (e non solo) ci sono pro e contro. Abbiamo voluto elencarli in questo articolo per darti modo di scegliere consapevolmente se la tua prossima tavola sarà una short o un altro shape!

Spesso il surfista sceglie una short perché più piccola, meno costosa o assomigliare (in foto) ai Pro della WSL….


Ecco elencati i pro e i contro della shortboard, per aiutarti a capire se la tavoletta fa per te oppure è meglio scegliere un’altra tavola!

Il progetto di una tavola da surf, una shortboard personalizzata su blide.zone gli esperti del surf

SHORTBOARD SI

  • PARTIRE E MANOVRARE ONDE (O SEZIONI) PIÙ VERTICALI

A differenza degli altri shape le shortboard consentono, grazie al roker, di partire sul picco più alto dell’onda e riuscire a manovrare nelle sezioni più verticali. Con tavole più lunghe di solito è possibile anticipare la partenza e surfare più verso la spalla dell’onda, questo perché l’energia dell’onda è troppa ed è più difficile da controllare.

  • SURFARE TUBI E GODERSELI AL MASSIMO

Sono le tavole migliori per godere dell’esperienza di surfare un tubo. Anche con gli altri shape è possibile infilarsi dentro ad un tubo, ma le performance di una short sono davvero ineguagliabili.

  • PESO E DIMENSIONI IN ACQUA

Una cosa abbastanza ovvia, ma una tavola meno pesante e più piccola, ti consente di raggiungere la line up più facilmente, specie nelle giornate più impegnative, inoltre ti darà la possibilità di essere più veloce in fase di partenza, sfruttando al massimo l’energia e l’inclinazione dell’onda.

  • PESO E DIMENSIONI FUORI DALL’ACQUA

Uno dei motivi per cui la short è una tavola molto amata è perché fuori dall’acqua il trasporto e il rimessaggio sono molto più agevoli e semplici. Solitamente sono anche più allettanti perché costano meno rispetto a tavole più grande, essendoci meno materiale e meno ore di lavoro da parte dello shaper.

Una classica foto di surf in Italia, un surfista mentre cavalca un'onda

SHORTBOARD NO

  • PARTIRE E MANOVRARE ONDE PICCOLE E MOSCE

La short non è uno shape indicato per onde piccole o per quelle giornate un po’ mosce, questo perché avendo meno superficie di galleggiamento, non aiutano a planare e in partenza dovrai sbracciati davvero troppo…ci sono altri shape che ti consentono di divertirti e fare molta meno fatica (Longboard, Malibu, Fish, e molte tavole ibride)

  • SERVE UNA BUONA PRESTANZA FISICA

Il surf è uno sport completo che necessita una buona preparazione atletica, le short visto il galleggiamento ridotto e l’alta manovrabilità, necessitano di un’ottima flessibilità e prestanza fisica. Questo è uno dei motivi per cui invecchiando si prediligono altri tipi di shape o quanto meno si aggiunge qualche litro in più per supportare quello che fisicamente manca….quello che conta è sempre divertirsi al massimo!

  • DANNI PIÙ FREQUENTI

Una buona short, specie se si vogliono avere alte prestazioni, ha un glassing più leggero (ovvero con una fibra di vetro di minore grammatura e di conseguenza meno resina). Questo rende la short più flessibile e leggera, quindi più veloce e adatta a manovre aeree. Di contro però c’è una più alta probabilità di rompere la tavola e ammaccarla, facendola durare meno rispetto ad una tavola con una resinatura più robusta. Di solito gli shape non hanno necessità di ridurre il peso, quindi saranno tavole più resistenti e durature.


DAL SURFISTA ALLA TAVOLA DA SURF

Progettiamo e produciamo tutte le nostre tavole con questa filosofia, mai il contrario!

CONCLUSIONE: SCEGLIERE UNA SHORTBOARD È UNA BUONA IDEA?

Uno shaper in italia è sempre la scelta migliore per scegliere una tavola, su Blide è più semplice personalizzarla e avere quella giusta per te

Dopo aver letto i pro e i contro reputi che sia uno shape adatto al tuo stile e alle tue aspettative di surf, allora scegliere una Shortboard è assolutamente una buona Idea. Diversamente ci sono molti altri shape che ti faranno divertire anche se non saranno piccoli e non ti faranno assomigliare a Kelly Slater.

Il surfista migliore è quello che si diverte di più, indipendentemente dalla tavola e dal livello che possiede!

Per raggiungere il massimo del divertimento da ogni tua session, indipendentemente dallo shape che sceglierai, è importante avere una tavola da surf su misura per te e per le onde che andrai a surfare.

Shaper italiano mentre crea una tavola da surf, Solo su Blide progettiamo le tavole per le onde italiane

Solo così il divertimento è garantito e avrai modo di aumentare il tuo livello di surf. Per questo motivo noi di Blide siamo i migliori produttori e distributori di tavole surf.

Perché supportiamo sempre ogni surfista nella scelta e nella personalizzazione della sua tavola da surf UNICA!

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ISCIRVITI ORA

PER TE

SCONTI E PROMOZIONI!

SCIMMIA DEL SURF?

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa per la tutela della privacy